giovedì 30 giugno 2016

ANDREA DI GIOVANNI “HOLD ME ONCE MORE” È IL NUOVO SINGOLO USCITO IL 15 GIUGNO

 
Il delicato rapporto fra un padre ed un figlio raccontato in musica attraverso un sound electro-pop di grande impatto.
 
Hold Me Once More” è una canzone che descrive il rapporto fra il cantante e suo padre durante l’età infantile, ponendo luce sulla mancanza di affetto e comunicazione percepite all’interno di esso.
Vengono infatti raccontate le fragili dinamiche createsi durante la sua infanzia all’interno dei rapporti familiari.
 
«Ho cominciato a sentirmi molto arrabbiato. Le parole di questo brano sono dirette, senza fronzoli, ed esprimono quello che ho vissuto e sentito ai tempi; parole che non ho mai avuto il coraggio di dirgli di persona». Andrea Di Giovanni
 
 
 
Questo singolo sarà contenuto nell’ EP “Soultrip”, che affronta tematiche molto insite all’esperienza personale dell’artista e che contiene i due singoli “I’ll Take Care Of Myself’” uscito ad aprile, e “Hold Me Once More” più tre nuovi brani: "Destroyed”, “Save Me From My Tears” e “Back To You”.
Il suono dell’EP è Electro / Pop / Soul, le influenze principali sono Jess Glynne, Sam Smith, Troye Sivan, Coldplay e Adele, e gravita intorno al contrasto tra testi profondi e un up-beat electro. L'ultimo brano è stato prodotto dal pianista e musicista Ian Sillett che si è esibito con artisti come Paul McCartney, Joan Armatrading, Mark Knopfler, Beverley Knight, Jamelia e Sugababes.
 
 
 
BIO
Andrea Di Giovanni ha 21 anni ed è un artista emergente Electro-Pop. Nato a Roma, vive a Londra da 3 anni.
Nel 2013 partecipa al serale di Amici di Maria de Filippi.
Nel 2014 forma la sua prima band ed inizia ad arrangiare i suoi inediti andando verso un suono funk/pop.
Con la band si esibisce a Londra in diverse location: 229-The Venue, O2 Academy Islington, O2 Shepherds Bush Empire, Upstairs @ Ronnie’s, The Troubadour and The Underbelly.
Nel 2015 decide di cambiare direzione e combinare il pop con la musica elettronica. All’inizio del 2016 inizia a produrre con Marco Casaluce il primo EP “Soultrip” che uscirà il 15 luglio.
L’EP ha un tema centrale: il viaggio all’interno delle emozioni più profonde dell’artista, da un luogo molto vulnerabile a una consapevolezza di sé più forte. Mostra prospettive e sentimenti differenti, dalla relazione difficile con il suo ex-ragazzo a un uomo che ha imparato a prendersi cura di sé. Il messaggio che si vuol dare è quello per cui solo passando attraverso il dolore impari a essere forte.
Condividendo la sua storia, il cantante si augura di aiutare i giovani membri della LGBT Community a esprimersi, accettarsi e rispettare se stessi.
Sam Smith e Jess Glynne sono stati le maggiori influenze nella scrittura.
L’idea ultima è quella del contrasto tra la forza e la vulnerabilità, la parte maschile e la parte femminile, dolore e sollievo.
 
Contatti e social:
 
 
 
 
 
YouTube - AndreaDiGiovanniVEVO: https://www.youtube.com/user/AndreaDiGiovanniVEVO
 
 
 
 
 
 

Comunicato Stampa AiFOS: un percorso formativo sul primo soccorso

 
Comunicato Stampa
 
Conoscere il primo soccorso: ieri, oggi e domani
 
Un percorso culturale-formativo il 9 settembre a Castiglione dello Stiviere (MN) e Rodengo Saiano (BS) per conoscere l'evoluzione del primo soccorso dalla battaglia di Solferino e dalle trincee fino ai defibrillatori.
 
Le misure di emergenza da attuare in caso di primo soccorso non sono solo uno degli elementi portanti della gestione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs. 81/2008), ma contribuiscono a creare, in ogni luogo, ambienti di vita e di lavoro sani e sicuri.
Tuttavia perché un sistema di primo soccorso sia efficace, è necessaria una particolare attenzione alla formazione degli addetti. Una formazione che tenga conto anche dell'evoluzione che le tecniche di intervento hanno avuto nel tempo.
 
Come è cambiata l'organizzazione del soccorso dalla battaglia di Solferino e San Martino ad oggi? Rispetto alle trincee della prima guerra mondiale cosa è cambiato nelle tecniche e negli strumenti del primo soccorso? Come si è evoluta la tecnologia e l'apporto del soccorritore?
 
Per rispondere a queste domande e favorire un arricchimento culturale in tutti coloro che vogliono migliorare le proprie conoscenza in materia di primo soccorso, l'Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) promuove un innovativo percorso culturale-formativo dal titolo "Primo soccorso ieri oggi e domani. Percorso culturale dalla Battaglia di Solferino alla trincea all'utilizzo del defibrillatore". Un percorso che si terrà il 9 settembre 2016 tra Castiglione delle Stiviere (MN) e Rodengo Saiano (BS) e che prevede visite in alcuni musei, visione di filmati e attività di brainstorming e debriefing con formatori AiFOS.
La giornata sarà inoltre un'occasione di aggregazione, scambio, condivisione di valori, conoscenze e costruzione di team building fra i partecipanti.
 
Il percorso parte alle ore 9.00 presso il Museo della Croce Rossa di Castiglione delle Stiviere. Un museo che testimonia le circostanze che ispirarono Henry Dunant nella creazione di quella che oggi è la più grande organizzazione umanitaria internazionale, la Croce Rossa. Nata nel 1863 a Ginevra, fu il risultato di un'idea suggerita dalla generosità della popolazione di Castiglione nel prestare soccorso a migliaia di feriti della battaglia di Solferino e San Martino (24 giugno 1859). Nel museo sono presenti documenti e strumentazioni di soccorso che illustrano l'attività della Croce Rossa dalla sua nascita ai giorni nostri.
La mattinata si conclude con una fase di debriefing, un processo in cui le persone sono condotte ad una discussione, ad un'analisi di quanto esperito e visto.
 
Il percorso riprenderà dal MUSIL, il Museo dell'Industria e del Lavoro di Rodengo Saiano, dove è stata allestita una ricostruzione di una trincea della prima guerra mondiale in cui sarà possibile muoversi sperimentando le difficoltà, anche in materia di soccorso, in questo contesto. Nel pomeriggio verranno inoltre verranno visualizzati dei brevi documentari messi a disposizione dagli organizzatori del museo.
La giornata sarà conclusa con una panoramica che spazierà dai primi mezzi utilizzati nel primo soccorso, visti durante la mattinata a Castiglione, passando per le maschere antigas della Prima Guerra Mondiale, fino ad arrivare all'utilizzo odierno del defibrillatore.
 
Il percorso culturale-formativo "Primo soccorso ieri oggi e domani. Percorso culturale dalla Battaglia di Solferino alla trincea all'utilizzo del defibrillatore" si terrà, dunque, con partenza dal Museo della Croce Rossa di Castiglione delle Stiviere (MN) alle ore 9.00 del 9 settembre 2016.
 
Il programma della giornata:
 
9.00 Ritrovo a Castiglione delle Stiviere presso il Museo della Croce Rossa Italiana
9.1510.15 Visita al Museo della Croce Rossa Italiana a cura del personale interno del museo
10.1511.15 Brainstorming con formatore AiFOS
11.15 Break
11.45 Visita della sezione lettighe
12.15 Debriefing con formatore AiFOS
 
PRANZO
 
15.00 Arrivo al MUSIL di Rodengo Saiano
15.15 16.30 Visita alla Trincea a cura della guida del museo
16.30 Break
16.45 Filmati MUSIL
17.30 Chiusura con formatore AiFOS
 
Questo è il link per il programma e l'iscrizione all'evento:
 
A tutti i partecipanti alla giornata formativa verrà consegnato un Attestato di presenza valido per il rilascio di 4 crediti per ASPP e RSPP oppure 4 crediti per Formatori seconda area tematica (rischi tecnici).
 
Per informazioni e iscrizioni al percorso formativo:
Direzione Nazionale AiFOS: via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it - convegni@aifos.it   
 
 
30 giugno 2016
 
 
Ufficio Stampa di AiFOS
 
Se non vedi la newsletter, clicca qui

comunicato stampa By green lifestyle

Betulla green lifestyle sbarca in Italia con un progetto di franchising tecno-green

30 giugno 2016

Grazie alla lunga e consolidata esperienza nella gestione e nello sviluppo di prestigiosi brand a livello internazionale, Dott.ssa Cristina Marsan, Business designer, svilupperà il brand in Italia per conto di Giancarlo Siajusa, noto industriale romano.
Un nuovo concept green verrà presentato in autunno dando la possibilità a nuovi investitori di far parte del nuovo modello di business, dove il food e il made in Italy sono i protagonisti con la loro unicità.
Il mercato di riferimento riguarda il turismo coinvolgendo tutte le strutture ( ristorante, hotel, resort, spa, palestre,..) e rivolgendosi a una nuova generazione di country citizens, esigenti ed informali, attenti al tema della sostenibilità. Cercano una qualità superiore interpretata con uno spirito originale e attento. Possiedono una visione fortemente ispirata al presente e cercano di circondarsi di elementi naturali, amano la scoperta/ri-scoperta di sapori, gusti e culture dei territori, amano viaggiare e apprendere.
Betulla green lifestyle diventa By green lifestyle che assicurerà attenzione alla qualità e al servizio ai turisti in Italia attraverso i partners che sposeranno il nuovo concept.

Per ulteriori informazioni :
By green lifestyle
Email: info@greenlifestyle.it

Disagio psichico e cucina nella gara I sapori dei briganti. A Caiazzo pranzo finale e premiazioni dei piatti migliori (Comunicato Stampa)

Distinti saluti.

Ufficio Stampa Cooperativa Sociale Beta.


Cooperativa Sociale Beta

Disagio psichico e cucina nella gara I sapori dei briganti

A Caiazzo pranzo finale e premiazioni dei piatti migliori

 

Caiazzo (Caserta), 30 giugno 2016 – Gara gastronomica "I sapori dei briganti", pranzo di premiazione tenuto il 29 giugno. L'atto finale del concorso promosso dalla Cooperativa Sociale Beta nell'ambito del Progetto Meglio Insieme. Giornata conclusiva per il concorso "I sapori dei briganti", organizzato dalla Cooperativa Sociale Beta in collaborazione con il gruppo di coordinamento del progetto riabilitativo Meglio Insieme. Mercoledì 29 giugno si è svolto, infatti, presso il ristorante La Taverna dei Briganti, a Villa Icaro, in via Santa Cristina n. 8, la cerimonia di premiazione e l'assaggio delle prelibatezze preparate nelle due giornate di gara del 16 e del 23 giugno.

Il concorso, aperto alle persone socialmente svantaggiate, ha visto in gara cinque strutture riabilitative: le due SIR di Sant'Antimo e di Acerra, la U.O.S.M. di Capua, e le due case alloggio di Galluccio e di Caiazzo. Due le tappe: la prima riservata ai "primi piatti" il 16 giugno; l'altra ai "secondi" il 23 giugno. Gli utenti hanno proposto, secondo il loro punto di vista, piatti tipici della cucina del territorio.

La giuria, chiamata a esprimersi e a decretare i vincitori, era composta del dottore Aniello Sacco (Coordinamento Socio Sanitario dell'ASL di Caserta), del dottore Emanuele Del Castello (psicologo dell' U. O. S. M. di Capua), di Fiore Marro (presidente dei Comitati delle Due Sicilie). Commissario di cucina è stato il cuoco Ennio Caprio Nono, consigliere nazionale della Federazione Italiana Cuochi e fondatore dell'Associazione Cuochi Casertani.

Durante il pranzo finale, al quale ha preso parte il sindaco di Caiazzo, Tommaso Sgueglia, sono stati premiati i migliori piatti in concorso: spaghetti "alla Pulcinella", maccheroni "lardiati" e cotoletta alla "Musolino".

Musica e balli tradizionali hanno condito una giornata che si è svolta all'insegna del divertimento e della socialità.

Ospiti della giornata conclusiva: la dottoressa Rossana Aglione (Coordinamento sociosanitario dell'ASL di Caserta), il dottore Gaetano Rossi (direttore della U.O.S.M. di Caserta) e la dottoressa Caterina Fusco (direttrice sanitaria delle SIR Spartaco, Gladiatore e Pulcinella di Sant'Antimo e Acerra).

L'iniziativa si è, dunque, conclusa con piena soddisfazione degli organizzatori. La gara è diventata un importante momento per approfondire e rafforzare le relazioni interpersonali e l'integrazione con la società, per sviluppare l'autonomia e migliorare la partecipazione, l'interesse e il coinvolgimento degli utenti alle attività proposte, favorendo l'acquisizione graduale di alcune tecniche e di abilità di base, l'impegno e la capacità di lavorare in gruppo.

La gara rientra nel progetto Meglio Insieme, il quale, coordinando diverse cooperative sociali, si occupa della pianificazione e della realizzazione di un ricco e variegato programma di riabilitazione, che comprende attività sportive, musicali, teatrali, iniziative culturali e visite guidate. Il programma tende ad ampliare l'offerta riabilitativa proposta dalle singole strutture, rendendola, altresì, più selezionata ed efficiente.

La Cooperativa Beta, gestita dalla dottoressa Francesca Giannini e dal presidente Luigi Principio, rientra in questo progetto occupandosi soprattutto della formazione professionale dei soggetti socialmente svantaggiati, svolgendo attività di formazione professionale nel campo della ristorazione.

Le altre cooperative protagoniste sono: Mercurio D'Oro, Aria Nuova, Sirio, Iride, Santiago, facenti capo al Consorzio Icaro.


Nelle immagini:

Caterina Fusco Fiore Marro Pasquale D'Antimo Francesca Giannini Gaetano Rossi Rossana Aglione

Luigi Principio e Francesca Giannini

 

Se ritenete, inviate un avviso di avvenuta pubblicazione presso: cooperativabeta1@gmail.com

 

Ufficio Stampa Cooperativa Sociale Beta

Tel  +39 3467669114 La dottoressa Francesca Giannini è disponibile a fornire ulteriori informazioni in merito all'evento in oggetto.

Fax  +39 0823890232

Casella e-mail: cooperativabeta1@gmail.com

 

Ulteriori informazioni e fotografie anche sulla pagina Facebook: Progetto Meglio Insieme




Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota