BarCampari




giovedì 28 agosto 2014

Sting e i 262 dipendenti di Accenture

Osservatorio Antiplagio - Comunicato stampa

Il coordinatore nazionale di Osservatorio Antiplagio, Giovanni Panunzio,
rende noto che dopo il ventilato licenziamento di 262 dipendenti della
sede di Palermo dell'azienda "Accenture", a seguito della rescissione
del contratto da parte di British Telecom, è scattata una febbrile gara
di solidarietà, con un hashtag - #262acasa - che sta facendo il giro del
web e sta coinvolgendo gente comune e artisti famosi, tra cui i cantanti
Caparezza, Enrico Ruggeri e Mario Biondi, le attrici Valentina Lodovini
e Barbara De Rossi, e l'attore Alessandro Gassmann (v.
www.facebook.com/pages/262acasa/324324411070030 ): personaggi che con le
loro foto, nelle quali appare in evidenza la scritta #262acasa ,
intendono sensibilizzare l'opinione pubblica e la classe politica su 262
famiglie che presto non avranno di che vivere.

Nelle stesse ore - continua Giovanni Panunzio - il cantante Sting, come
riporta il Telegraph online (
http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/europe/italy/11057371/Help-harvest-Stings-Tuscan-grapes-olives-for-200-a-day-you-pay-him.html
), proprietario di 365 ettari di terreno nel Chianti, ha dato vita ad
un'iniziativa parallela che in questo momento poteva risparmiarsi. Il
cantante inglese, infatti, ha invitato i clienti abituali della sua
tenuta in Toscana ad aggiungere un sovrapprezzo, proprio di 262 euro al
giorno, per raccogliere le olive e fare un'esperienza antistress, oltre
a provare l'ebbrezza di lavorare con i suoi operai. E la notizia sta
avendo ampio risalto. Il fatto che la British Telecom e Sting siano
ambedue inglesi e che la cifra di 262 euro corrisponda al numero esatto
dei dipendenti di "Accenture" che saranno licenziati, probabilmente sono
coincidenze. In ogni caso non sarebbe meglio che il cantante di
Newcastle, per non mortificare ancora di più 262 famiglie e per dare
maggiore risalto alla loro situazione, facesse marcia indietro e
partecipasse alla gara di solidarietà a loro sostegno?

Per Osservatorio Antiplagio
Prof. Giovanni Panunzio, coord. naz.
info@antiplagio.org
Tel. +39.333.3665000

LA RINASCITA DI UN NAZIONE

Frascati - L'Associazione Frascati Poesia in collaborazione con il Comune di Frascati,  Cultura e Turismo  Il delegato , organizza per il prossimo venerdì 5 settembre, dalle ore 17.30, presso la Sala degli Specchi di Palazzo Marconi (piazza Marconi, 3), un evento dal titolo "La Rinascita di una nazione", articolato tra documenti storici filmici dell'Istitito Luce ed un recital poetico ( Libero De Libero, Alfonso Gatto, Salvatore Quasimodo, Antonio Seccareccia), in occasione dell'8 settembre che ogni anno ricorda alla cittadina il bombardamento del 1943.  L'obiettivo non è analizzare la complessa problematica dell'8 settembre, quanto riscoprire le emozioni e i sentimenti di quegli italiani sotto le bombe. Persino l'orrore del bombardamento di Frascati è narrato da alcune pagine di un diario del tempo. Le poesie di De Libero, Gatto, Quasimodo, Seccareccia, lette da cittadini normali e non da poeti, è un modo per ritrovare tutti insieme, nella cultura, una grande testimonianza di pietà e di rispetto. L'8 settembre è il segno di una nazione che rinasce, nella piena consapevolezza di uomini e donne che desiderano un'Italia diversa: moderna e democratica. Per maggiori informazioni, Associazione Frascati Poesia, tel. 06.9420288, www.frascatipoesia.it

email: frascati poesia@comune.frascati.rm.it

“GRANDE MOSTRA A CURA DI VITTORIO SGARBI”: SPOLETO INCONTRA VENEZIA, IN ESPOSIZIONE LE RAFFINATE RAFFIGURAZIONI FEMMINILI DI STEFANIA BUCCIO GONZATO

È imminente l'apertura ufficiale della grande mostra di "Spoleto incontra Venezia" allestita nello storico Palazzo Falier, residenza nobiliare del XV secolo, situata sulle rive del Canal Grande a Venezia, con la curatela di Vittorio Sgarbi e la direzione del manager produttore Salvo Nugnes. Stefania Buccio Gonzato è tra gli artisti designati per partecipare all'importante evento, che resterà in loco dal 27 Settembre al 24 Ottobre 2014 con la presenza d'eccezione di nomi altisonanti tra cui Dario Fo, Eugenio Carmi, Pier Paolo Pasolini, José Dalì e altri noti esponenti.

 

La Buccio Gonzato, si pone davanti alle tele come se stesse scrivendo un libro di racconti, descrivendo il suo mondo circondato dagli affetti familiari. Un paesaggio intriso di emozioni sue proprie, basato su un'introspezione femminile, talvolta anche piacevolmente ludica e giocosa, che invita a condividere con lo spettatore. Nei quadri imprime storie di donne, delle loro amicizie, della reciproca solidarietà delle madri e delle figlie, esortando a ricordare ed assaporare la serenità generata dai sentimenti più semplici, spontanei e genuini. Tratteggia uno stile dall'inconfondibile personalizzazione, che recupera l'illustrazione e l'Arte Naïf e congiunte insieme, definendo delle realtà marcatamente accentuate e amplificate, in cui le figure sono sempre ritratte in primo piano e appaiono visibilmente ingrandite e ingigantite, rispetto al contesto d'ambientazione di contorno, creando un'intenzionale sproporzione dimensionale.

 

Commentandone le peculiari caratteristiche espressive il Professor Sgarbi spiega "Un mondo accessibile a pochi, quello delle donne. Portatrici di vita, amazzoni nel combattimento, grintose e astute giocatrici nelle vita, eppure fragili come cristalli appena le scopri. La Buccio Gonzato ci mostra quel mondo attraverso le sue tele incastonandolo in brevi storie di vita quotidiana. Le sue sono donne generose, dalle forme morbide, i capelli voluminosi e gli occhi grandi. Sono piene di speranze, truccate, agghindate come bambole, con in testa cappelli talvolta troppo vistosi. Vogliono apparire, essere osservate, ammirate e amate". E prosegue "L'artista pone la scena tutta in primo piano, comprimendo corpi e spazi. Solo ogni tanto c'è una stretta via di fuga verso la città. Con una netta linea nera delinea i profili di volti, architetture e oggetti. Con colori corposi vivaci e brillanti, riempie le ampie zone così tracciate. Non si cura delle proporzioni. Esagera, sfiora la caricatura: è la nostra attenzione, che vuole".
 
Valentina Rossi

FOOTBALL AMERICANO,mondiali flag: i gironi e i commenti dei coach azzurri

COMUNICATO STAMPA


MONDIALI FLAG FOOTBALL, ECCO I GIRONI E I COMMENTI DEI COACH AZZURRI


Ufficializzati i gironi dei campionati del mondo di flag football che si disputeranno a Grosseto dal 10 al 12 settembre. In campo maschile l'Italia è stata inserita nel girone A con Austria, Messico, Israele, Giappone, Corea, Gran Bretagna, Finlandia e Turchia. Nel girone B sono state inserite Stati Uniti, Danimarca, Canada, Panama, Svezia, Svizzera, Kuwait e Spagna.


Questo il commento dell'head coach Giorgio Gerbaldi, rilasciato al sito media partner della manifestazione www.le100yard.it: "L'Austria è una squadra fortissima. Sono i campioni in carica e il loro valore lo hanno già dimostrato in Svezia battendo l'America in finale in una partita a dir poco pazzesca. Il Messico è una squadra con una grande tradizione di football. Fanno un gioco imprevedibile e spettacolare che si basa su una grande velocità di esecuzione e destrezza. La tattica sarà fondamentale. Insieme all'Austria sono sulla carta i favoriti al girone. Israele è una squadra molto forte. I giocatori sono tutti molto capaci e di scuola americana. Giocano tutti a livello collegiale o high school negli Stati Uniti e sanno molto bene ciò che devono fare. Si allenano molto e, anche se noi non abbiamo mai perso contro di loro [l'ultima vittoria risale all'Europeo con un punteggio di 19 - 18 per il Blu Team ndr.] sono una squadra a cui stare attenti. Il Giappone è un avversario davvero dignitoso. Contro di loro in Svezia abbiamo prevalso fisicamente, ma la loro agilità e enorme capacità nell'uno contro uno, ha richiesto da parte nostra costante attenzione e tattica. La Corea è un avversario altrettanto dotato atleticamente e, nonostante non sia andata bene nel Mondiale svedese, è fondamentale far prevalere la strategia allo scontro diretto perché possiedono la capacità di saltare l'uomo. La Gran Bretagna, invece, è stata la vera rivelazione dell'Europeo di Pesaro. Per aggiudicarci la semifinale li abbiamo battuti di misura in una partita molto intensa. Finlandia e Turchia, almeno per adesso, restano delle incognite".


Per quanto riguarda il torneo femminile, l'Italia è stata inserita nel girone A con Messico, Austria, Giappone, Svezia, Canada e Finlandia. Nel girone B ci sono Stati Uniti, Francia, Israele, Germania, Panama, Brasile e Spagna.


Questo il commento dell'head coach della Nazionale italiana Degrassi: "Il Messico è una squadra molto molto forte, e altrettanto divertente da vedere. Giocano con il doppio QB e le grandi doti atletiche di cui dispongono gli permettono di essere davvero abili nell' uno contro uno. L'Austria è campione d'Europa in carica. Più che essere veloce è una squadra estremamente fisica e dispone di un QB con un braccio in grado di coprire l'intero campo da gioco, cosa che non si vede spesso nel flag football femminile. Una vera corazzata. Il Giappone è un team apparentemente abbordabile, eppure è sempre in grado di mettere in difficoltà l'avversario. La definirei una squadra efficace. La Svezia è una squadra che dovrà sgomitare parecchio per ritagliarsi i suoi spazi. Per quanto riguarda l'Italia, noi ci giocheremo le partite fino alla fine ma sappiamo già che alcune squadre sono per noi inarrivabili. Facendo un girone perfetto potremmo ambire alla quarta posizione così da accedere ai play off. A livello internazionale non siamo molto considerati ma spero che questo sia il Mondiale che farà cambiare questa opinione. IlCanada è una squadra temibile. Nel 2010 è stata campione del Mondo ed ha perso il rank per non essersi iscritta nel 2012 in Svezia. La ragione per cui è stata inserita in questo girone è puramente alfabetica, ma è di fatto una contendente al titolo. Riguardo la Finlandia posso dire che non l'abbiamo vista giocare negli ultimi due anni. Ricordo di un QB molto bravo e con un buon braccio, capace di attaccare in profondità con precisione. Una squadra potenzialmente competitiva".


Luca Pelosi
Ufficio Stampa FIDAF
Per info: 3398597185 

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota