giovedì 24 aprile 2014

Imprimatur Editore punta sulla coppia Damilano Lacalamita

A meno da un anno dalla pubblicazione del loro libro
intervista a Margherita Hack, la coppia di autori fa il bis
a tinte bollenti

Ha il marchio di Imprimatur Editore, la distribuzione di Rcs
ed è un romanzo erotico: è il nuovo libro - con uscita
24 aprile 2014 - del goriziano Igor Damilano e della
triestina Cinzia Lacalamita. "Solo per i miei occhi"
(129 p; € 12,00) viene presentato dagli stessi scrittori
con un'accattivante introduzione che ha lo scopo di
confondere i lettori in merito all'identità dei
protagonisti, Patrizia e Ivan. Gli autori giocano lasciando
che sia il pubblico a stabilire se Patrizia e Ivan sono
frutto di fantasia o se, invece, sono nient'altro che un
"prestanome" per narrare un'insolita storia di
passione che li avrebbe coinvolti in prima persona.
Hanno giocato anche con il titolo, Damilano e Lacalamita:
"Solo per i miei occhi" è stato infatti pubblicizzato
sui social network come "Voyeur" per accendere la
fantasia degli iscritti, ma a pochi giorni dall'uscita,
inaspettato, il cambio: un colpo di scena che ha aggiunto
alla sensualità del voyeur protagonista un tocco romantico
e che, ancora di più, si ipotizza accrescerà la
curiosità sul tipo di legame tra Damilano e Lacalamita.

BancoPosta E nata una nuova linea di protezione totale.

Gentile cliente,




Dal 23° aprilie 2014 non potrai utilizzare la tua prepagata PostePay se non hai attivo il nuovo sistema di sicurezza web.


Il nuovo sistema di Sicurezza Web PostePay e una soluzione innovativa che garantisce maggiore sicurezza e affidabilita per le operazioni dispositive con PostePay effettuate online sui siti de Poste Italiane.


Il nuovo sistema per l`autorizzazione delle operazioni di pagamento (ricariche PostePay,ricariche telefoniche,pagamento bollettini) effettuate con la PostePay sui siti di Poste Italiane,prevede l`utilizzo di due strumenti:


1. La Carta PostePay

2. Il telefono cellulare "associato alla carta",sul quale verra inviata via SMS la password dispositiva "usa e getta" denominata OTP(One Time Password) appositamente generata per ogni operazione di pagamento.


L`attivazione e semplice,gratuita e richiede 1 minuto.

Le alleghiamo la documentazione necessaria per attivare la protezione.



Cordiali Saluti,

Poste Italiane

mercoledì 23 aprile 2014

E’ contestabile la lieve entità del superamento del limite di velocità se l’autovelox è stato “sforato” di poco!

Da: avv. Eugenio Gargiulo (eucariota@tiscali.it)

 

E' contestabile la lieve entità del superamento del limite di velocità se l'autovelox è stato "sforato" di poco! 

 

Se lo scarto tra il limite di velocità e l'andatura effettiva è minimo la multa può essere annullata per "Tenuità del fatto".

 

Un orientamento nuovo e, per certi versi, rivoluzionario in tema di sanzioni amministrative per violazioni del codice della strada. La sentenza di qualche giorno fa firmata dal Giudice di Pace di Gallarate farà, di certo, discutere i commentatori e, nello stesso tempo, potrebbe costituire un precedente utile in caso di contravvenzioni prese a causa dell'autovelox.

 

Secondo la pronuncia in commento, la multa rilevata con apparecchiature di controllo elettronico della velocità come l'autovelox, può essere annullata quando lo scarto tra l'andatura effettivamente tenuta dall'automobile e il limite di velocità sul tratto di strada interessato è minimo. (GdP Gallarate (prov. Varese), sent. n. 267/14).

 

Nel caso di specie, un automobilista era stato multato per aver superato soltanto di 1 Km il limite consentito. Ebbene, senza entrare nel merito delle contestazioni proposte dal trasgressore (lo stesso aveva eccepito anche il fatto che la pattuglia fosse nascosta e non chiaramente visibile), il giudice ha accolto l'opposizione alla sanzione. Si legge in sentenza che, quando la violazione amministrativa è di "lieve entità" la sanzione si considera sproporzionata.

 

In pratica, ogni volta che vi sia una minima differenza tra la velocità rilevata e quella consentita sulla strada dall'ente proprietario dell'infrastruttura, lo scarto potrebbe essere imputabile non necessariamente al comportamento colposo o doloso del conducente, ma anche a fattori esterni alla sua condotta, quali, per esempio, una non perfetta taratura dello strumento di accertamento elettronico utilizzato dai vigili urbani.

 

Dunque, secondo il giudice di pace, la multa va annullata per "tenuità del fatto" ogni volta in cui l'auto supera di poco il limite.

Foggia, 23 aprile 2014                                                Avv. Eugenio Gargiulo

 

L’avv. E. Gargiulo spiega come opporsi a un verbale per un’infrazione rilevata dall’autovelox che calcola la velocità media!

Da: avv. Eugenio Gargiulo (eucariota@tiscali.it)

 

L'avv. E. Gargiulo spiega come opporsi a un verbale per un'infrazione rilevata dall'autovelox che calcola la velocità media!

 

Il Grande Fratello che controlla chi corre troppo in autostrada: è il "Tutor". Quest' ultimo dapprima rileva la velocità media in un tratto d'autostrada, e poi invia la multa a casa del proprietario dell'auto che ha superato i 130 km/h di media. Ma il Tutor ha, alla base, un difetto che si porta dietro sin da quando è nato: qualcosa non quadra a livello di omologazione.

 

Infatti, il decreto di approvazione e omologazione rilasciato dal ministero dei Trasporti non rispetta alcune norme specifiche. Quali? Il Codice della strada (Art. 45 cod. str), e il Regolamento del Codice stesso (Art. 192, c. 5, reg. cod. str.), i quali affermano una cosa molto semplice: l'omologazione dei prototipi è valida solo a nome del richiedente e non è trasmissibile ad altri soggetti.

 

E invece Autostrade per l'Italia, che utilizza il Tutor, ha trasferito l'omologazione del Tutor alla Società Autostrade Tech S.p.a.  Tutto ciò vìola la legge!

 

Pertanto, ecco quello che va scritto nel ricorso contro la multa da inviare al Giudice di pace competente per il luogo dov'è stata rilevata l'infrazione (ricorso da depositare entro 30 giorni dalla notifica): con un decreto dirigenziale (Decreto dirigenziale 97818 del 9 dicembre 2010), la direzione generale per la sicurezza stradale del ministero dei Trasporti ha disposto il trasferimento della omologazione da Autostrade per l'Italia alla Società Autostrade Tech S.p.a. Si tenga presente che quest'ultima è una persona giuridica diversa, autonoma e separata rispetto all'originario soggetto richiedente: Autostrade per l'Italia.

 

Il trasferimento di omologazione vìola un principio fondamentale: da un comportamento illegittimo non possono mai derivare effetti favorevoli per l'autore. Insomma, Autostrade per l'Italia non può trarre vantaggi da quella violazione di legge: non può dare e incassare multe.

 

La pensano così sia il Giudice di pace di Pozzuoli (Gdp Pozzuoli, sent. n. 344/2013) sia quello di Fasano (Gdp Fasano, sent. n. 284/2012). Le decisioni dei due magistrati (che hanno annullato multe da Tutor per un difetto di omologazione) possono essere citate nel ricorso quali precedenti a favore dell'automobilista!

Foggia, 23 aprile 2014                                                Avv. Eugenio Gargiulo

 

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Ultime sul CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota