domenica 22 ottobre 2017

IL GRIDO “LA CANZONE DI MERDA” È IL NUOVO SINGOLO DELLA BAND ALTERNATIVE ROCK ROMANA


Il secondo brano estratto dall'album "Il Grido" è lo specchio della cultura dei tempi correnti raccontato dal punto di vista cinico e disincantato dei quattro musicisti che hanno fatto del noise un atto di galanteria.



«"Hey siete bravissimi! perché non andate a X-factor?" Questa è la domanda che ci è stata rivolta più volte in assoluto e che ci ha sempre messo in difficoltà. Non siamo mai riusciti a rispondere davvero come avremmo voluto, in maniera sincera e spassionata. Questo pezzo è la nostra risposta definitiva, insindacabile, senza diritto di replica». Il Grido


L' andamento delle strofe è nervoso, ricco di dissonanze che creano un sound spigoloso e aggressivo quanto il flusso di coscienza delle parole. Nei ritornelli il tempo e la melodia si distendono, il suono si fa più aperto, come a voler sottolineare la sensazione di liberazione che si prova dopo aver gridato la nostra idea, a squarciagola, fuori dal coro.



L' album de Il Grido è frutto di un lungo lavoro di ricerca da parte della band, che sente di dover fare un passo avanti rispetto al primo EP, uscito nel 2013. Gli arrangiamenti avvolgono melodie particolari e testi diretti, i ritornelli cercano casa nella testa di chi ascolta.



DICONO DI LORO

«Celebrano un genere musicale con molto rispetto, competenza e soprattutto personalità». FullSong


«Il Grido […] mi ha regalato un ascolto davvero sfizioso, bello, interessante e di antichi sapori». RadioTweetItalia


«Un esordio ma anche una bella prova che attinge ai tempi del grande rock in vinile ma lo attualizza». Just Kids Magazine


«Una delle più interessanti rock band della scena alternative – quella verace aggiungerei io – si presenta alla critica e alla stampa con un lavoro decisamente pieno di aspettative ma anche ricco di ispirazione». VentoNuovo


«L'esordio dei romani Il Grido con questo disco omonimo in cui troviamo 11 inediti è certamente un modernissimo dizionario di rock alternativo, dove si torna a sentir suonare davvero ogni singolo strumento e dove fanno rumore anche le dita». Music Letter


«Se questo disco non l'avessero scritto sarebbero morti perché trasuda necessità e importanza personale». Sound Contest


«Un'identità ben precisa che spinge forte sulle distorsioni restando in equilibrio tra raffinatezza e noise, combinandosi all'impatto del rock declinato in diverse sfumature». Italia Art Magazine


«Il Grido ha sapientemente saputo mescolare insieme varie attitudini creando un album molto compatto, che riesce a tenere sempre alta l'asticella della qualità e della potenza sonora». Clap Bands.


«È un ascolto interessante, ricco di stimoli e spunti di riflessione». La Musica Rock


«Il cd della band rappresenta un mix fuori dal comune che mette insieme heavy rock e musica italiana […] possiamo tranquillamente affermare che l'album Il Grido rappresenta un vero e proprio esperimento stilistico». New Feeling


«Un album veramente ben fatto e coinvolgente che possiede la giusta attitudine grunge combinata a sonorità stoner ed alternative per un risultato davvero eccezionale!». Onda Musicale


«Undici brani solidi, con testi convincenti […] canzoni potenti, trascinanti, che sanno dove andare a parare». Grandi Palle di Fuoco


«Un disco dal sound potente che si inserisce nella migliore tradizione del rock made in Italy». BlogFoolk


«Un album che, dopo il primo ascolto, lascia addosso la voglia di vedere Il Grido dal vivo, pregustandone la carica adrenalinica, il pogo, il sudore». Mescalina


«Il Grido è una delle band alternative rock più interessanti del panorama musicale italiano». Ocanera Rock


«Il ritorno del rock, una botta di adrenalina» Rockerilla


«Dalla scena romana c'è anche grande rock. Quindi non solo cantautori...» Musicbox 


«Andate a vedere Il Grido dal vivo...e non perdete tempo a pettinarvi, a quello ci penseranno gli amplificatori» Music Map 


«Rabbia e rivoluzione in un suono arrogante e maleducato"..."il vero Alternative made in Italy dei tempi moderni» 100 Decibel



Pubblicazione album: aprile 2017

Etichetta: Volume!


Band:

Giuseppe Di Bianca - voce/chitarra
Andrea Jannicola - chitarra
Davide Costantini - basso
Lorenzo Spurio Pompili - batteria



BIO


Il Grido Nasce nel 2012 da un'idea di Andrea Jannicola (chitarra) e Giuseppe Di Bianca (voce), e già nell' anno successivo esce il primo Ep fatto da quattro inediti con relativi videoclip e una cover. Dopo diversi cambi la formazione diventa stabile e definitiva nel 2014 con Davide Costantini al basso e Lorenzo Spurio Pompili alla batteria. L'affiatamento ora è tanto, le prove si fanno regolari e intense e vanno di pari passo con una costante attività live tra festival, aperture a gruppi ben noti e clubs. Garage e palchi forgiano presto un suono nuovo dal carattere inconfondibile e undici pezzi di grande impatto che la band registra nel luglio 2016. Il primo disco de Il Grido verrà pubblicato il primo aprile 2017 sotto il marchio della Volume!. Il resto è ancora tutto da scrivere.

Contatti e social

Sito www.ilgridoofficial.com

Fb www.facebook.com/ilgrido.band






La Cooperativa Scalvenzi compie 35 anni: a Pontevico il Ministro Poletti invitato speciale

La Cooperativa Scalvenzi compie 35 anni:

a Pontevico il Ministro Poletti invitato speciale


Lunedì 30 Ottobre 2017, ore 14.30


Nella sede della Cooperativa Scalvenzi il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti interverrà alle Celebrazioni per il 35° Anno dalla Fondazione della Cooperativa.


Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti lunedì 30 Ottobre 2017 sarà tra gli ospiti del pomeriggio di celebrazioni per il 35° anno dalla nascita della Cooperativa Scalvenzi. L'appuntamento è alle ore 14.30 nella sede a Pontevico in via Strada Francesca II Tronco, 95, a fianco dell'uscita dal casello A21 di Pontevico.

Il pomeriggio si apre con un breve saluto del Presidente di Scalvenzi, del Sindaco di Pontevico e dei rappresentanti di Lega Coop e Confcooperative.


A seguire due tavole rotonde moderate dal Direttore del Giornale di Brescia, Nunzia Vallini, alle quali parteciperanno il Ministro, alcuni dei principali esponenti del mondo della cooperazione e le più grandi realtà del settore della raccolta differenziata dei rifiuti.

Successivamente il Ministro Poletti incontrerà alcuni imprenditori e rappresenti delle Associazioni di categoria.


La Cooperativa Scalvenzi nasce nel 1982 a seguito della crisi della Fratelli Scalvenzi Snc, storica azienda della Famiglia Scalvenzi operante a Pontevico da decenni e marchio noto e consolidato nel mondo per la produzione di macchine agricole.

Negli anni successivi la Cooperativa inizia a guardare al settore dell'ecologia e della raccolta dei rifiuti.

Nel 1988-1989 la Cooperativa Scalvenzi acquista la TECNECO, piccola realtà che produce compattatori per rifiuti, e nel giro di qualche anno cesserà la produzione di macchine agricole, specializzandosi appunto nel settore dei rifiuti.

In tempi più recenti è da segnalare, fra il 2012 e il 2013, la partecipazione della Cooperativa alla costituzione di una start up innovativa per la produzione dello scooter elettrico ME.

La cooperativa nel 2017 ottiene significativi risultati commerciali: amplia e consolida il proprio mercato al Nord e raggiunge il fatturato di quasi 9 milioni di euro.


Per gli accrediti all'incontro privato del Ministro con gli imprenditori e i rappresentanti delle Associazioni di categoria è necessario mandare una mail a info@scalvenzi.it con indicati il nominativo del partecipante e la testata di appartenenza.



PROGRAMMA 30 OTTOBRE 2017



14.30 Inizio lavori



14.30 Saluto Autorità:

Presidente Cooperativa Scalvenzi

Sindaco Pontevico, Roberto Bozzoni

Presidente Legacoop Lombardia, Luca Bernareggi

Presidente Confcooperative Brescia, Marco Menni



14.50 35 anni dalla Fondazione della Cooperativa Scalvenzi:

cronaca di una storia letta dai protagonisti.

Enrico Apolli per soci fondatori - Felice Scalvini fra gli ideatori dell'iniziativa



15.10 MCU. Un progetto da scoprire per agevolare le raccolte differenziate.

Capo Ufficio Tecnico Cooperativa Scalvenzi, Fabrizio Moneta



15.30 Tavole Rotonde:

"Scalvenzi, workers buyout, una storia di 35 anni".

Opportunità del domani o occasione di ieri?

Intervengono:

Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti

Presidente Legacoop Lombardia, Luca Bernareggi

Presidente Confcooperative Brescia, Marco Menni

Segretario CGIL Brescia, Damiano Galletti

Modera:

Direttore Giornale di Brescia, Nunzia Vallini

"La raccolta differenziata porta a porta e l'impatto sulle condizioni

di lavoro degli operatori"

Intervengono:

Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti

Componente del Cda di A2A, Giovanni Comboni

Presidente Gruppo LGH, Antonio Vivenzi

Presidente Garda Uno, Mario Bocchio

Presidente Chiari Servizi, Marco Salogni

Assessore Ecologia di Brescia, Gianluigi Fondra

Amministratore Delegato di Solidarietà Provagliese, Claudio Simonini

Amministratore Delegato di Nord Engineering, Massimo Armando

Per il Sindacato, dott. Ettore Brunelli e rappresentante RLS Roberta Meazzi.

Modera:

Direttore Giornale di Brescia, Nunzia Vallini



17.30 Cerimonia di Premiazione dei soci lavoratori e fondatori.

(con la presenza dei parenti dei soci tutti)



18.30 Chiusura lavori

Seguirà Buffet



ME Scooter Elettrico, prodotto della Start Up Innovativa di cui Scalvenzi

è socia e partner, sarà a disposizione degli ospiti che vorranno fare un test drive.

scooterelettrico.me




Contemporanea diventa Arte Forlì-Cesena Contemporanea e inaugura a Cesena tra gallerie e le mostre monografiche di Mario Sironi e di Bruno Di Bello

Dopo avere festeggiato nel 2016 i suoi primi vent'anni, la prima e più importante fiera dedicata all'Arte moderna e contemporanea della Romagna guarda al futuro con il preciso intento di consolidare la sua offerta di alto spessore culturale in un territorio sempre più ricettivo. Romagna Fiere ha così deciso di accettare con entusiasmo l'invito dell'Amministrazione di Cesena Fiera per organizzare presso il proprio quartiere la 21ª edizione di Contemporanea, la sua più longeva manifestazione che è stata ribattezzata "Arte Forlì-Cesena Contemporanea" e dal 27 al 30 ottobre 2017 viene ospitata dal polo espositivo di Pievesestina. Un contesto moderno, facilmente accessibile, capace di accogliere visitatori, galleristi ed artisti con servizi puntuali e all'altezza di ogni necessità. Nei suoi 17.000 metri quadrati di spazi espositivi, recentemente rinnovati, Cesena Fiera garantisce alla manifestazione non solo una cornice pregiata, ma anche una possibilità di ulteriore qualificazione. Arte Forlì-Cesena Contemporanea intende consolidarsi con una formula che non cambia ma si arricchisce di ulteriori novità. La fiera si propone non solo come una grande mostra-mercato di opere di elevata qualità, ma anche come occasione di incontro tra artisti galleristi e collezionisti. Rappresenta inoltre un'occasione per gli esperti del settore di scoprire e valorizzare nuovi talenti, in quanto rivolge con il Contemporary Art Talent Show un'attenzione speciale ai giovani. Un'esperienza dunque d'arte in tutte le sue sfaccettature, dalla tradizione alle Avanguardie. A rendere ancora più interessante la visione delle opere di gallerie provenienti da tutta Italia, ci sono eventi collaterali (oltre agli ormai consolidati Spazio allo Spazio a cura di Oscar Dominguez e all'evento benefico Arte per la Nave) che sono vere e proprie esposizioni monografiche. Vediamole:

Mario Sironi – Retrospettiva Omaggio è l'esposizione curata in collaborazione con Edizioni Cinquantasei Bologna che si potrà ammirare all'interno degli spazi di Cesena Fiera con ben 80 opere datate tra il 1900 e il 1960 dell'artista sassarese capostipite del Novecento italiano, dell'Illustrazione e della Pittura Murale. L'esposizione è stata già proposta dal 16 settembre come evento anticipatore della rassegna fieristica nella cornice della Galleria Comunale d'Arte di Palazzo del Ridotto, riscuotendo un notevole successo di pubblico (circa 3.000 i visitatori al 22 ottobre) e l'apprezzamento di critica e istituzioni. L'evento ospita opere provenienti dalla collezione di Andrea Sironi-Straußwald, dalla collezione della Galleria Cinquantasei, di alcuni collezionisti privati e sarà suddivisa in tre sezioni: Pittura, Illustrazione, Grande Decorazione.

Bruno Di Bello – Tabulae pictae a cura di Raffaella A. Caruso è uno sguardo approfondito presentato da Eidos Immagini Contemporanee sull'opera di Bruno Di Bello. Nato a Torre del Greco nel 1938, dopo gli studi all'Accademia di Belle Arti di Napoli inizia la propria attività espositiva e con Biasi, Del Pezzo, Fergola, Luca e Persico dà vita al Gruppo 58, formazione che stabilisce subito un contatto diretto, grazie soprattutto al periodico Documento Sud, con l'ambiente culturale milanese. Dopo le prime mostre di gruppo, nel 1960 Di Bello espone in personale alla Galleria 2000 di Bologna. Inizia a inserire la fotografia nei suoi lavori e nel 1966 ha la prima personale alla Modern Art Agency. Nel 1967 comincia a usare direttamente la tela fotosensibile e si trasferisce a Milano, iniziando ad esporre con il gruppo della Mec-Art, teorizzata da Pierre Restany. La sua indagine è qui volta precipuamente alla scomposizione dell'immagine, in particolare delle icone dei protagonisti delle avanguardie storiche e dei propri miti artistici teorizzando in maniera chiara la possibilità per l'arte di riflettere sulla sua storia. Alla fine degli anni 70 Di Bello, uscito dall'esperienza della Mec-art, usata più in chiave concettuale che pop, sperimenta nuovi usi del mezzo fotomeccanico. Disegnando a distanza su tela fotosensibile con il raggio di luce di una torcia riesce ad agire una forte gestualità senza alcun medium fisico. Un'action painting sui generis, dove la luce imprime il segno sulla tela in maniera immateriale, simulando la forza del pensiero. Negli anni Ottanta Di Bello sperimenta un nuovo modo di usare questa tecnica, interponendo tra la fonte luminosa e la tela figure umane e oggetti che proiettano su quest'ultima le loro ombre, lasciando che sia l'azione performativa a impressionare la tela fotosensibile con l'aiuto di larghe pennellate di rivelatore. Da questa esperienza nascono così negli anni Novanta i Frattali e le pitture digitali con cui Di Bello si apre alle nuove possibilità offerte dal progredire della tecnologia.Il nuovo Millennio ha portato a un cambiamento radicale nei modi di produrre e fruire le opere d'arte, ponendo spettatori e artisti di fronte alla necessità di una riflessione approfondita e trasversale sulle possibilità etiche, sociali ed estetiche di nuovi strumenti: Di Bello in essi paradossalmente ritrova una morbidezza di tratto antica con cui riconduce ad unità natura e artificio, ottenendo opere dall'andamento classico di vere e proprie Tabulae pictae. A quest'ultima riflessione teorica appartengono i lavori in mostra ad Arte Forlì-Cesena Contemporanea.

Cesena Fiera – via Dismano 3845, Pievesestina Cesena

GIORNI DI APERTURA: 27-30 ottobre 2017

ORARIO DI APERTURA: venerdì 17.00 – 19.30; sabato e domenica 10.00 – 19.30; lunedì 10.00 -13.00

COSTO INGRESSO: biglietto intero 10 euro; biglietto ridotto 6 euro per over 65, militari, disabili, bambini e con coupon scaricabile da www.fieracontemporanea.it





Daiichi Sankyo: “Ictus: conoscerlo per prevenirlo”, screening gratuiti a Frosinone

Giornata Mondiale contro l'Ictus 2017. Giornata di screening gratuiti e prevenzione

Roma, 20 ottobre 2017 – Con il Patrocinio della Provincia di Frosinone, il supporto di A.L.I.Ce. Italia Onlus, il contributo non condizionato di Daiichi Sankyo Italia e il sostegno di medici specializzati, lunedì 23 ottobre, presso il Salone di Rappresentanza del Palazzo della Provincia di Frosinone, dalle ore 10 alle 16, sarà possibile effettuare gratuitamente un elettrocardiogramma e avere maggiori informazioni su fattori di rischio, sintomi, conseguenze e prevenzione dell'ictus, partecipando all'evento "Giornata Mondiale Contro l'Ictus cerebrale, conoscerlo per prevenirlo". L'iniziativa è realizzata in vista della nuova apertura della Stroke Unit di Frosinone e della sezione locale dell'Associazione.

L'ictus, un'emergenza europea

L'ictus è una lesione cerebro-vascolare causata dall'interruzione del flusso di sangue al cervello dovuta a un'ostruzione (causata da trombi) o alla rottura di un'arteria. Con l'interruzione dell'afflusso di sangue anche per pochi minuti, i neuroni, privati dell'ossigeno, iniziano a morire, con conseguenze spesso letali o permanenti che producono un forte impatto nella vita quotidiana dei sopravvissuti e delle loro famiglie.  I danni cerebrali dell'ictus possono infatti compromettere la mobilità, la visione e la capacità di articolare i discorsi di chi ne è colpito, causando inoltre depressione e problemi cognitivi quali perdita di memoria e cambiamenti di personalità.
Secondo l'ultimo rapporto UE sull'impatto dello Stroke, ogni anno 17 milioni di persone nel mondo sono colpite da ictus, eppure il 90% di essi è causato da fattori di rischio modificabili e reversibili quali ipertensione, ipercolesterolemia, fumo, obesità, fibrillazione atriale e diabete. In Italia l'incidenza dell'ictus è pari al 22%, ma le percentuali relative alla presenza dei principali fattori di rischio a causa di uno stile di vita sbagliato, sono allarmanti: il 62% degli italiani, infatti, soffre di ipercolesterolemia, il 28% rischia a causa dell'ipertensione e il 24% a causa del fumo.

L'ictus rappresenta la seconda causa di morte nel mondo e una delle principali cause di disabilità fisica negli adulti. In Europa, a causa dell'invecchiamento della popolazione, si stima che tra il 2015 e il 2035 nel complesso si verificherà un aumento del 34% del numero totale di eventi, i decessi per ictus nello stesso periodo aumenteranno del 45% e la percentuale di persone che convivranno con l'ictus come condizione cronica salirà del 25%.  L'onere economico complessivo legato a questa patologia, compresi i costi sanitari e quelli non sanitari, è stato di 45 miliardi di Euro nel 2012 ed è destinato ad aumentare drasticamente nei prossimi 20 anni.

La campagna di sensibilizzazione #FacciamociSentire di Daiichi Sankyo Italia

#FacciamociSentire è la nuova campagna permanente di sensibilizzazione sulle malattie cerebro- cardiovascolari di Daiichi Sankyo Italia. Iniziata lo scorso settembre con un flash mob a Roma con ballerini e bonghi che hanno richiamato l'attenzione dei passanti sull'importanza della prevenzione e della diagnosi precoce della fibrillazione atriale, ha poi coinvolto anche i dipendenti della casa farmaceutica, con post, foto e info pubblicati sui profili personali dei più importanti social network. In occasione della Giornata Mondiale contro l'ictus cerebrale, la campagna prosegue nei luoghi virtuali e contemporaneamente torna "sul campo", supportando iniziative locali di prevenzione, educazione e controllo dei fattori di rischio attraverso screening gratuiti, con l'obiettivo di raggiungere le piazze di tutta Italia. "La nostra azienda si è sempre impegnata nella sensibilizzazione dei cittadini sull'importanza della prevenzione e della diagnosi precoce. Quest'anno abbiamo reso i nostri dipendenti ambasciatori sui social media, ma un'azione capillare e proattiva sul territorio resta di vitale importanza. Intendiamo quindi partecipare ad un percorso educativo itinerante, dando il nostro contributo incondizionato a valide iniziative create da enti ed associazioni locali durante le diverse giornate di sensibilizzazione. Siamo quindi molto felici di iniziare questo nuovo viaggio dal Lazio, supportando la provincia di Frosinone per la giornata mondiale contro l'ictus", spiega Massimo Grandi, Presidente e Amministratore Delegato di Daiichi Sankyo Italia.
Per maggiori info visita la pagina facebook e il canale youtube ufficiale "Cura il tuo Cuore

FonteDaiichi Sankyo


Mail priva di virus. www.avast.com

sabato 21 ottobre 2017

Claudia D'Ippolito e Ginevra Schiassi in Concerto a Bologna

Sabato 21 ottobre - Ore 21,15
Goethe-Zentrum/Alliance française-via de'Marchi,4 Bologna. Claudia D'Ippolito e Ginevra Schiassi in Concerto. musiche di Schubert, Puccini, Verdi, Donizetti e Satie.

venerdì 20 ottobre 2017

COMUNICATO STAMPA EROTICA LINEA GOTICA, TEATRO LIBERO DAL 26 AL 31 OTTOBRE



Gentilissimi,


inviamo il comunicato e le foto della prima nazionale, al Teatro Libero dal 26 al 31 ottobre dello spettacolo in prima nazionale:


EROTICA LINEA GOTICA

 

di Stefano Braschi

regia Stefano Cordella

con Monica Faggiani, Francesca Gemma, Paola Giacometti, Chiara Serangeli

produzione Teatrouvaille con Centro di produzione teatrale ELSINOR

 

Erotica-Linea-Gotica prende spunto dai racconti di mamme, nonne e zie sul fronte di difesa dei soldati tedeschi in Italia nell'autunno 1944, ma anche da qualche racconto confuso del nonno sulla prima guerra mondiale.


cordialmente,


--
Simona Griggio
3288839902
Ufficio Stampa e promozione
Teatro Libero - Milano
02/45497296

stampa@teatrolibero.it 
www.teatrolibero.it

Sicurezza informatica: ESET e Google insieme nella lotta ai malware







NOTA STAMPA
 

Sicurezza informatica: ESET e Google insieme nella lotta ai malware


Chrome Cleanup, la nuova soluzione di ESET incorporata in Google Chrome,

 incoraggia la navigazione sicura su Internet proteggendo i dispositivi da software indesiderati

 
Roma, 20 ottobre 2017 – ESET, il più il più grande produttore di software per la sicurezza digitale dell'Unione europea, ha lanciato Chrome Cleanup, un nuovo tool di scansione e pulizia per Google Chrome progettato per aiutare gli utenti a navigare in rete in modo sicuro e senza interruzioni. Chrome Cleanup sarà disponibile per tutti gli utenti di Google Chrome che utilizzano la piattaforma Windows.
Chrome Cleanup neutralizza i programmi malevoli che possono influenzare negativamente l'esperienza degli utenti su Internet, sempre più insidiati da cyber attacchi complessi e difficili da individuare. Quando rileva un software indesiderato, Chrome Cleanup avverte l'utente di Google Chrome sulle potenziali minacce e fornisce la possibilità di rimuovere il software operando in background, senza visibilità o interruzioni per l'utente. Una volta completata la pulizia, Chrome Cleanup elimina il software notificandolo all'utente. Chrome Cleanup è incluso nell'ultima versione di Google Chrome; per aggiornare il browser, basta aprire la tendina del Menu > Guida > Informazioni su Google Chrome e l'aggiornamento verrà effettuato automaticamente.
Per ulteriori informazioni su Chrome Cleanup è possibile collegarsi al blog di ESET Italia al seguente link:
 
Elisabetta Giuliano
Communication Consultant
Mobile: + 39 3289092482












Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota