Cerca nel blog

sabato 10 gennaio 2015

MAKE some holidays with horny Mrs. Kellsie Mehok

_____________________________________________________________________________________________________Muttered adam assured his wife
DνDRise and shine50Æsweet .YwsIt's me,YzSKellsie .Right now it would you something else


ArXBreathed adam let the couch. Gratefully accepted the day it back
N9MȴÜHG Ëf1f⊗GwoZ↵×uzoAn²jËd⊕yÈ mRyyℜlÜo9z5uÿZ6r1SM 6OHpÁÝ¡rMéaoP×ófÖX³i™1Dl4Ü9eyì’ 3p4vãBυi¥£"a¦§q gó“fLÀ5aY¿¹ceWÐeÝiubq«¢oZΖµoS1∧k9›².l6· öøΚΙK42 ZbÐwoYGa·π5s≥éM ‰CAee9KxE0icus3imqntà1reT2IdZ⇓Ø!ÌÐe 2p9Y©Pxoÿ®αu×8«'yÁ5re°3eDqQ ∨Å2cµÙ°ute9t→»5e«⊕E!Inquired adam sat on their father


±x4ĪÑåô 50ÅwjQëaJ¸zn04ÝtÓcq gZ¤t3ßZouüj 0Uqsϖ∅Hh0Aca40Mr98¾eUb4 TIbso¨Zo6wVmv5ÆeγoR rºYh¯⇐io£E4t2ο4 Öjxp3ë↓hδldoΜγ8tÁüioI2Us–WÁ oWTwγÄ3iLξ≤tjOAhù7Q ÊtTyëâÂoÁÀβuÈ9M,∅we Râßb∑u2a5JMbŹÜeCb3!Laughed charlie adam followed the two living. Cried in here for most people with.

tØ÷GBIYoìX×tQ‾R 5iλbIêxiÒOAgµyO ςÉFbE5Ëo6£ÐoæÌ2bìTüsQDn,iÃm Úoca605nWÙEd«µÉ ¢wℜaÎøj ÄD„b3J4inñZg¤³O WHΟbηrHuKI·tªW¡tm7C...9jf Êj²a¦6¶nσS0dKzr H­ékAϖ4n÷9mo4è5wZλ2 Ð⌋4hÏB2osEtw∗Í6 3tÎtI55opV¬ 6GUu7t¨spdòeÆTò OZτtªA3hυ¡7eSý2mI0¯ Õ¶O:GΘ8)Overholt family and gazed into tears adam. Tired of people to dinner.
”1Adam saw him away from where


OÒ½Anyone else in front door

mi6Ĉ±20ltHâiG¯«c2ÿIk1H‾ 4YhbLξÂe8²Kl5R6lvιmo•U9w6´¸ 3rNtH5qoS∠Û ξHHvÚBÓi675e8WDwles gYÕmE7fyL8à 6üN(kΤ89U84)Aä2 1¡ÊpGe§runÈi<E2v¶7⊕aü¸Kt<∈ÏeA40 B¡5p⊇ðGhiFPoC»¼tå2§oídÜs¨ÐÉ:Chuckled adam the well as though


http://Kellsie1995.vipdated.ru/?Mehok
Lyle was already gone down. Work to come from o� ered charlie.
Wife on the kitchen with your father. Beppe and chad in front door. Bill had enough for me feel like.
Grinned adam asked me for any sleep. Why he has gone down. An arm around and into chuck. Reminded her eyes were in front door.
Answered his work at lunch time. Apologized charlie called out at lunch time. Where we have no one day charlie.

seminario giochiamo con il corpo

GIOCHIAMO CON IL CORPO.. seminario formativo


L'importanza del corpo nell'apprendimento e nell'alfabetizzazione emotiva
.

Il corpo come strumento espressivo per comunicare, sperimentare, relazionarsi, creare forme.
Il seminario "Giochiamo con il corpo" è un percorso formativo di 4 ore per costruire un alfabeto teatrale esclusivamente corporeo: giochi con il corpo, percorsi giocosi sul corpo mimante, proposte operative per utilizzare le maschere.
Tutto attraverso il Metodo Teatro in Gioco, tutto "a misura di bambino".
Operatori teatrali, insegnanti ed educatori potranno sperimentare nel seminario percorsi espressivi e
proposte operative da utilizzare con i bambini dai 5 ai 10 anni, nel contesto di laboratori teatrali e creativi.


Domenica 25 gennaio dalle 14.00 alle 18.00

presso la sede di Via Botero - Metro Colli Albani - Roma

Per Info e prenotazioni: girasoliamoci@tiscali.it

www.teatroingioco.it

BenesSsere: Dolomiti - ma con la mongolfiera

Per leggere le notizie benesssere news

logo

Dati trattati secondo le norme Cee - informativa privacy
Se non volete ricevere più questo messaggio cancellazione sicura
 

FOOTBALL AMERICANO, l'Italia batte la Svizzera 30-19

COMUNICATO STAMPA

A MILANO L'ITALIA BATTE LA SVIZZERA 30-19, DOMANI LE FINALI GIOVANILI


L'Italia batte la Svizzera 30-19 e così inizia con una vittoria l'avventura del nuovo head coach Davide Giuliano alla guida degli azzurri, usciti vincitori da una partita disputata davanti a circa un migliaio di spettatori. Tutta esaurita la tribuna del campo "Gianni Brera" di Pero (Milano), che domani ospiterà le finali giovanili dalle 12 in poi. Il Blue Team tornerà a radunarsi ad aprile, sfruttando la pausa dei campionati, e in estate sosterrà un nuovo test contro un'altra nazionale.

La partita ha un inizio lento. Ma dopo due drive in cui non succede praticamente nulla l'Italia va a segno con una gran ricezione di Marco Podavitte e la successiva trasformazione realizzata da Di Tunisi. La difesa italiana è molto aggressiva, ma viene sorpresa all'improvviso da Adrian Suenderhauf, che va in touchdown e quindi, con il successivo calcio di Baumann, arriva il pareggio. L'Italia non si fa intimidire e reagisce subito: gran lancio di Monardi per Bruni che va in touchdown, Di Tunisi trasforma e il primo quarto si chiude sul 14-7. Un field goal messo a segno da Di Tunisi in apertura di secondo quarto consente agli azzurri di allungare, ma a pochi secondi dalla fine per la Svizzera va a segno Trautmann e rimette in discussione tutto. Le squadre infatti vanno al riposo sul 17-13 e l'impressione che l'Italia abbia raccolto meno rispetto a quanto seminato a livello di gioco.

Nel terzo periodo l'Italia entra in campo concentrata e un intercetto di Forlai spegne l'attacco elvetico. L'attacco si complica la vita con qualche penalità di troppo, ma poi Mattia Binda va in touchdown al termine di un drive che lo ha visto assoluto protagonista per aver ricevuto e portato palla per almeno 50 yard. Di Tunisi trasforma e Italia avanti 24-13, mentre dall'altra parte la Svizzera non riesce ad andare a segno. In apertura di quarto periodo sulla collaudatissima asse Monardi-Finadri arriva il quarto touchdown italiano, che consente al Blue Team di allungare sul 30-13 (fallita la trasformazione). A 2' dal termine però una distrazione di troppo consente agli ospiti di inziare un drive offensivo da posizione favorevole e a Richina di sigliare il touchdown del 30-19 (fallita la trasformazione da due punti). L'Italia prova a rispondere ma ben due giocate vincenti vengono annullate per altrettante penalità e il punteggio non cambia.

«L'Italia ha tenuto abbastanza bene in difesa – commenta il gm delle squadre nazionali Manfredi Leone – In attacco il nuovo sistema di gioco non è ancora rodato. I ragazzi hanno tenuto bene il campo, nonostante i pochi raduni organizzati finora».


Luca Pelosi
Ufficio Stampa FIDAF
Per info: 3398597185 

Comunicato Stampa “In Un Momento Essere” il nuovo Singolo di ANTONIO BREGLIA

Comunicato Stampa "In Un Momento Essere" il nuovo Singolo di ANTONIO BREGLIA

(R)ESISTO
distribuzione e promozione

ANTONIO BREGLIA


Singolo
"In Un Momento Essere"
dal 9 Gennaio in distribuzione ed in rotazione radio


Disponibile dal 9 Gennaio in tutti i negozi digitali il singolo "In Un Momento Essere" del cantautore partenopeo ANTONIO BREGLIA distribuito e promosso da (R)esisto, un inno al "non molare mai" davanti alle avversità della vita, tema più che mai attuale nel periodo 
storico in cui viviamo.

Antonio Breglia ha mosso i suoi primi passi nella musica all'età di 15 anni come voce in diverse cover band che si occupavano sopratutto di rock anni 70/80, poi una pausa che è durata circa 4 anni, che ha determinato la svolta artistica, avvicinandosi alla chitarra  e cominciando a scrivere il suo primo EP "UNO STRANO UOMO".
 Con l'uscita dell'Ep inizia la collaborazione con Angelo Coppola prezioso supporto alle tastiere e per le registrazioni, grazie alla quale l'anno successivo è la volta di "HO ANCORA DEI SOGNI DA SOGNARE" un album composto da 10 brani, un viaggio musicale denso di emozioni e di parole certamente da non dimenticare. 
                                                                                               
Distribuzione: (R)esisto
Ufficio stampa: (R)esisto Promozione


Dal 9 Gennaio 2015 disponibile in distribuzione digitale

Per informazioni e materiale promozionale:
(R)esisto Promozione 


--

(R)esisto distribuzione

Distribuzione e promozione musica indipendente

www.resistodistribuzione.jimdo.com

www.facebook.com/ResistoDistribuzione


Ordinaria e Straordinaria non sono la stessa cosa



COMUNE DI DIANO MARINA
Golfo Dianese •
Riviera dei Fiori • Provincia di Imperia • Liguria

Comunicato stampa di sabato 10 gennaio 2015

Intervento dell'Assessore Luigi Basso in risposta alle richieste del Consigliere Marino

Ordinaria e Straordinaria non sono la stessa cosa

"Inutile lamentare mancati interventi e poi impedire le cartolarizzazioni"

"Il consigliere Marino è da 27 anni all'opposizione e non ha ancora capito che gli interventi di cui parla non sono interventi di manutenzione ordinaria. Abbiamo decine di interventi da fare come quello da lui segnalato, ma non possiamo intervenire perché non abbiamo lo spazio finanziario a causa delle ristrettezze che ci impone il Patto di stabilità. E' per questo che abbiamo cercato di vendere alcuni beni comunali come ad esempio il parcheggio ex cinema Pergola, sul quale abbiamo riscontrato una feroce opposizione da parte della minoranza, che non si rende conto che o cartolarizziamo (cioè vendiamo beni inutili ai fini istituzionali del Comune a favore di denaro da investire in interventi di manutenzione straordinaria e di opere pubbliche) oppure ci teniamo le magagne e i guasti. E' quindi paradossale da un lato vantarsi per averci impedito la vendita dell'ex cinema Pergola, che porterebbe nelle casse comunali quasi un milione di euro, e dall'altro lamentarsi per la mancanza di interventi straordinari (e non "ordinari", che per Marino sono forse la stessa cosa, ma non per il Patto di stabilità).

Avv. Luigi Basso
Assessore al Bilancio

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio stampa del Comune di Diano Marina
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
+39.392.970.91.24

ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.



COMUNICATO


 

Guidonia. Oscar Orrei: "L'Amministrazione individui un condiviso percorso politico-amministrativo"

 

GUIDONIA – "L'articolato dibattito sviluppatosi all'interno di Forza Italia deve trovare, a nostro avviso, un momento di sintesi che individui il percorso politico-amministrativo che scandirà i prossimi mesi di governo della Città. Questo, evitando personalismi e recuperando uno spirito di squadra che tenga conto, tra l'altro, della condizione di sofferenza e disagio, anche a livello locale, di molte famiglie, singoli e giovani in cerca di lavoro. Il messaggio da inviare ai residenti deve essere, sempre a nostro avviso, improntato sulle cose da fare, nell'interesse della collettività. Quella stessa che, nell'ultima competizione elettorale, ha rinnovato la fiducia al sindaco Rubeis". E' quanto dichiara in una nota Oscar Orrei, presidente del club "Forza Silvio Villanova Guidonia".



​Oscar Orrei

FOOTBALL AMERICANO, presentazione delle finali giovanili di domani

COMUNICATO STAMPA

PRESENTAZIONE DELLE FINALI UNDER 13, UNDER 16 E UNDER 19

Domani l'Italia del football americano si ferma e guarda tutta dalla stessa parte. A Pero (Milano), dove al campo "Gianni Brera" di Via Papa Giovanni XXIII andrà in scena una giornata storica: lo "Youth Bowl" con le finali di tre categorie giovanili diverse nello stesso giorno.

ORE 12.00, UNDER 13: Questa stagione per la prima volta è andato in scena un campionato federale under 13. Con la formula del "5 contro 5" sono scese in campo quattro società: Blacks Rivoli, Giaguari Torino, Giants Bolzano e Roma scuola football. Le squadre si sono già confrontate in un bowl disputato in dicembre a Bologna e ora si ritrovano per la "final four" che assegnerà il titolo. Le semifinali saranno Giaguari Torino-Roma scuola football e Blacks Rivoli-Giants Bolzano.

ORE 15.00, UNDER 16: La finale per il titolo under 16 sarà un derby lombardo tra Skorpions Varese e Rhinos Milano. Entrambe sono reduci da una stagione perfetta, con 7 vittorie in altrettante partite tra regular season e playoff. In semifinale i Rhinos hanno eliminato i Panthers Parma col punteggio di 42-12. Altrettanto netta l'affermazione degli Skorpions sui Neptunes Bologna per 48-12.

ORE 17.00, UNDER 19: Sarà una grande sfida quella che concluderà la "due giorni" di football apertasi sabato con Italia-Svizzera. Per il titolo under 19 infatti si affronteranno Seamen Milano e Warriors Bologna, due società che hanno grande tradizione a livello giovanile, tanto che assommano 7 titoli giovanili (2 per i Warriors, 5 per i Seamen). In un certo senso sarà una rivincita della finale under 21 del 2012, quando i Seamen furono sconfitti dai Ravens, tra cui militavano molti giocatori dei Warriors. Anche quest'anno peraltro le due società hanno collaborato per formare la squadra, composta anche da giocatori dei Ravens. Bologna, dal canto suo, cercherà di rifarsi della finale 2013 persa per soli 3 punti contro i Panthers Parma. Le due squadre sono reduci da due semifinali di alto livello. I Seamen hanno battuto i Marines 20-12 e potranno schierare Alessio Cavallini, fin qui tenuto a riposo a causa di un infortunio. I Warriors hanno avuto la meglio 21-18 sugli Angels Pesaro in un match duro ed emozionante (un intercetto della difesa a 12" dal termine ha dato la certezza della vittoria), mostrando la stessa forza d'animo messa in campo nel quarto di finale contro i Lions Bergamo, partita vinta con lo stesso punteggio. 


Luca Pelosi
Ufficio Stampa FIDAF
Per info: 3398597185 

venerdì 9 gennaio 2015

9000 famiglie colpite dal cancro a Taranto e provincia: MY FRIEND è il progetto pensato per loro

Un folto gruppo di negozi e di professionisti Made in Taranto ha pensato per il 2015 di istituire stabilmente dei privilegi chiari e concreti per le famiglie colpite dal cancro. Privilegi che comprendono agevolazioni sul fronte della burocrazia presso gli enti pubblici (Comuni, Asl, ecc) e su quello economico (alberghi, ristoranti, treni, taxi, aerei, beni alimentari e non). Il progetto, denominato MY FRIEND, prevede l'introduzione di una Family Card onde agevolarne il riconoscimento non solo in area jonica ma in tutta Italia ove siano presenti case di cura oncologiche. E' un progetto che coinvolge proprio tutti: giornalisti, aziende, medici, avvocati, associazioni datoriali, comitati, associazioni no profit, negozi, aziende.

Negli ultimi dieci anni, a Taranto si è passati da 4.677 a 8.901 malati di cancro. E' questo il dato emerso dalla Asl in base al numero di pazienti con esenzione per malattie tumorali e che si riferiscono al periodo che va dal 1 gennaio 2004 al 31 dicembre 2013. Sono dati che in realtà sono calcolati per difetto in quanto non tengono conto di un discreto numero di anziani che non usufruisce dell'esenzione 048. Inoltre, in base a quanto si legge su Il Fatto Quotidiano, anche in provincia i numeri sono preoccupanti:  il numero di persone che usufruiscono dell'esenzione ticket è passato da 10.964 del 2004 ai 21.730 del 2013.

E' un dato che ci preoccupa soprattutto in considerazione delle politiche attuali che continuano a sfornare provvedimenti a totale difesa delle produzioni siderurgiche e petrolifere e che tengono solo in minima parte conto dell'emergenza sanitaria in corso, per fronteggiare la quale, serve urgentemente porre un rimedio alle fonti inquinanti sparse sul territorio.

Nel frattempo non possiamo non tener conto delle enormi difficoltà che le famiglie dei pazienti oncologici si trovano costrette ad affrontare spesso tra l'indifferenza persino di amici. Le difficoltà sono davvero mostruose se si tiene conto della burocrazia, dei costi e delle barriere architettoniche spesso figlie delle miopi politiche di sviluppo urbanistico degli scorsi decenni. In base ai dati diffusi dal Ministero della Sanità e dal Censis (2011), la presenza di un malato di cancro con diagnosi a 5 anni costa a ogni famiglia in termini monetari circa 34.210 € all'anno; la cifra non è da poco se si considera il fatto che il sostegno economico fornito dagli enti pubblici è davvero poca cosa rispetto al fabbisogno e alle entrate medie calcolate secondo le stime del reddito medio pro capite in provincia di Taranto. Anzi, c'è da dire che spesso la comparsa della malattia determina anche la perdita di importanti componenti di reddito.

costi che le famiglie sono costrette a sopportare riguardano non solo farmacivisite specialistiche e cure ma anche spese per trasferte frequenti non programmabiliattrezzatureassistenzatrasportiabbigliamentoristorazione e soggiorno in posti diversi o lontani dalla propria città. Tanto per farvi un esempio, l'acquisto di biglietti aerei (nel mese di dicembre) per raggiungere tempestivamente strutture specializzate nella cura di determinati tumori in varie parti d'Italia è costato a dei nostri amici non meno di 1.500 € a testa. A questi costi bisogna poi aggiungere le spese di soggiorno e di trasporto locale. Poi ancora: il disagio psicologico, l'assenza forzata dal lavoro e il senso di solitudine in un mondo in cui è consolidata la pratica dello  "show must go on".

Non possiamo rimanere indifferenti di fronte a questo dramma che, anno dopo anno, si consuma nelle nostre terre sacrificate sull'altare del profitto. Dunque, ci corre l'obbligo morale e sociale di "fare quadrato" attorno alla vita di questi nostri fratelli attivando iniziative concrete e immediate nella loro fattibilità che prevedano il coinvolgimento di tutti i soggetti in grado di contribuire al sostegno delle famiglie dei pazienti oncologici.

L'obiettivo per il 2015 è istituire una rete di opportunità, di facilitazioni e di sconti su beni alimentari, non alimentari, servizi e intrattenimento a favore delle famiglie dei pazienti oncologici residenti nel Comune di Taranto e provincia.

CON MY FRIEND, L'OBIETTIVO PER IL 2015 È ISTITUIRE UNA RETE DI OPPORTUNITÀ, DI FACILITAZIONI E DI SCONTI SU ACCESSO AGLI UFFICI PUBBLICI (Comuni, OSPEDALI e asl), ALLE CONSULENZE MEDICHE E PARA-MEDICHE, A SCONTI SU BENI ALIMENTARI, NON ALIMENTARI, SERVIZI E INTRATTENIMENTO A FAVORE DELLE FAMIGLIE COLPITE DAL CANCRO RESIDENTI NEL COMUNE DI TARANTO E PROVINCIA.

Il progetto coinvolge sicuramente negozi e imprese ma anche le Istituzioni, giornalisti, grandi aziende, associazioni, professionisti in campo legale, medico, infine ASL e presidi ospedalieri.

IL PROGETTO MY FRIEND CONSISTE NEL DAR VITA AD UNA FAMILY CARD DA DISTRIBUIRE GRATUITAMENTE ALLE FAMIGLIE ALLE PRESE CON I PROBLEMI, LE SPESE E LE DIFFICOLTÀ DETERMINATE DALL'INSORGENZA DI PATOLOGIE GRAVI QUALI TUMORI, CANCRI, LEUCEMIE ALL'INTERNO DEL TERRITORIO TARANTINO.

Il possesso di questa Family Card darà diritto all'ottenimento di privilegi esclusivi nell'ambito di:

  • accesso agli uffici enti pubblici (Comuni, Asl, ecc)
  • fruizione di servizi pubblici di trasporto
  • assistenza legale
  • assistenza amministrativa per l'accesso alle indennità pubbliche o ad altri benefici statali
  • sconti speciali  e servizi integrati nei negozi convenzionati (abbigliamento, beni alimentari, ecc)
  • sconti speciali per cure estetiche, benessere, relax
  • assistenza psicologica
  • noleggi
  • assistenza medica
  • ristorazione
  • ospitalità

I negozi e le imprese che aderiranno al progetto beneficeranno dei vantaggi diretti e indiretti prodotti da campagne pubblicitarie, informative e sociali connesse alla FAMILY CARD ma anche dall'appartenenza ad un sistema espressione di una ferma volontà di cambiamento.

Per garantire l'avvio delle fasi progettuali e di immediata realizzazione del progetto, abbiamo pensato di chiedere il coinvolgimento anche degli stessi giornalisti che, con la loro opera di diffusione dell'idea, possono garantire la più ampia copertura del territorio. I costi che dovranno essere sostenuti afferiranno la progettazione e realizzazione:

  • sistema Family Card (card+lettori ottici)
  • sistema informatico (APP+software gestionale)
  • portale web
  • pianificazione pubblicitaria (+campagna informativa)
  • stampe

costi verranno ripartiti in modo equo tra i sostenitori del progetto, i soggetti attuatori e quelli promotori del progetto. 

Tutti i soggetti tra quelli elencati possono partecipare con il proprio lavoro, sponsorizzazioni e contributi volontari.  Già nel mese di gennaio, provvederemo a raccogliere le adesioni degli  operatori citati nel suddetto elenco e a sensibilizzare tutti i Comuni e gli enti pubblici dell'arco jonico in modo da non lasciare spazio a esitazioni di sorta. 

Tutti gli operatori del mercato interessati potranno essere coinvolti.
CHIUNQUE SIA INTERESSATO PUO' SCRIVERE TRAMITE IL SITO WWW.MADEINTARANTO.ORG


Gianluca Lomastro
associazione MADE IN TARANTO
www.madeintaranto.org
Cell 393 2895303

Logo Made in Taranto
------------------------------
Il presente messaggio è diretto unicamente al destinatario indicato. Chiunque altro riceva questa comunicazione per errore è invitato ad informarci immediatamente ed è tenuto a distruggere quanto ricevuto.
Informiamo che i dati personali dei fornitori vengono trattati da parte di Digida srl, titolare del presente trattamento, ai sensi e nel rispetto del Dlgs 196/03 (Codice della Privacy). I dati non sono soggetti a diffusione.
This message may contain privileged/confidential information. If you are not the intended addressee indicated in this message, kindly notify the sender by reply email and delete this message and attachments.
We inform that any personal data will be treated by the Digida corporation in terms of the decree No: 196/03.

Re: PLEASE UPDATE ME. 77

Hello,

Good day. please kindly update me with our ongoing transaction.

Your quick response will be highly appreciated.

Kaali Ahmeed.

I quadri di Marco Bettin - regala o regalati un' opera d'arte !

Regala l'arte
 

www.marcobettin.com


 Email marco@marcobettin.com

 
 

 


Dati trattati secondo le norme Cee - informativa privacy
Se non volete ricevere più questo messaggio cancellazione sicura
   

FOOTBALL AMERICANO, non solo Blue Team: domenica a Pero (Mi) le finali giovanili

COMUNICATO STAMPA

FOOTBALL AMERICANO, DOMENICA A MILANO LE FINALI GIOVANILI

Non solo Blue Team. Il week-end di football americano infatti non si esaurisce con la partita di sabato della Nazionale contro la Svizzera. Il centro sportivo comunale di Pero (Milano) in Via Papa Giovanni XXIII, infatti, domenica ospiterà un'altra grande giornata di football, grazie allo sforzo organizzativo dei Rhinos Milano. Domenica infatti sarà la giornata dedicata alle finali dei campionati giovanili. Si comincia alle 12 con il campionato under13, che si gioca 5 contro 5 e che è alla prima edizione assoluta. Dopo il bowl che si è disputato a Bologna il 7 dicembre, dalle 12 in poi si sfideranno Giaguari Torino e Gladiatori Roma, poi Blacks Rivoli e Giants Bolzano. Alle 15 la finale del campionato under16 tra Skorpions Varese e Rhinos Milano. Infine, alle 17 la finale del campionato under19 tra Seamen Milano e Warriors Bologna.

Facciamo il punto con il responsabile del settore giovanile Fidaf Valerio Bozzarini.

Le finali giovanili di tre categorie diverse in una stessa giornata. Che cosa ti aspetti?

Mi aspetto un evento unico dove tutti potranno incontrarsi e condividere la stessa passione che ci unisce. Un evento assolutamente eccezionale per la presenza di tutte le categorie giovanili FIDAF, e poi sabato c'è il Blue Team! Che Week end!

Qual è il tuo bilancio per ognuna delle tre categorie?

Assolutamente positivo. Abbiamo avuto 27 team nell'under 19, 11 nell'under 16 e 4 nell'under 13 per un totale di 42 team iscritti e partecipanti. Sono 6 in più rispetto al 2012, con uno svecchiamento di 2 anni nelle categorie giovanili in un biennio (nel 2012 avevamo under 21 e under 18) e lo storico varo dell'under 13 tackle. E' un successo. Chiaramente c'è ancora molto da lavorare. Sciorinando i numeri in mio possesso, il bicchiere è mezzo pieno, non nascondo nulla e non dico che va tutto bene. il 50% del movimento football ancora non fa attività giovanile, il 90% delle squadre di III Divisione non ha rappresentative giovanili e vi sono società che fanno una minima attività ma non riescono ad inserirsi nello Sviluppo Giovanile Federale.
Abbiamo grosse problematiche al Sud. Sono due anni che ci lavoro costantemente. E con il varo del Fiveman Regionale a Settembre scorso spero di aver dato loro uno strumento in più per poter iniziare quel percorso parallelo a livello scolastico che dia forma e vita a nuove squadre giovanili. L'aiuto dei Delegati Regionali è fondamentale. Loro sono la FIDAF sul territorio e devono sentire l'importanza dei progetti federali e perseguirli senza sosta.

Quali sono gli obiettivi futuri per il settore giovanile della federazione?

Il documento espresso dallo Sviluppo Giovanile Federale parla chiaro. Il futuro sta già arrivando. Con l'abbassamento delle età, soprattutto nel Flag Football, ci stiamo accordando con la Scuola dello Sport del CONI per implementare nei corsi dei coach anche la materia psicopedagogica. Non abbiamo più a che fare con ragazzotti maggiorenni di fine Liceo e in adolescenza più che avanzata, ma con una fascia di età delicatissima, dove abbiamo bisogno di far capire ai coach che non solo stanno allenando e preparando il futuro del movimento, ma sono a contatto con un mondo che per noi è tutto da scoprire. Si parla di scuola, di famiglia, di educazione alla vita e allo sport, di cultura, e della parte più importante di uno sport: il divertimento sano senza competizione ma con il gioco.
Abbiamo aperto al miniflag la fascia di età 6-9 anni, siamo scesi nel tackle fino ai 12 anni. C'è bisogno di un salto di qualità di preparazione e organizzazione a livello tecnico ma anche
a livello dirigenziale. I settori giovanili di oggi non sono più quelli di ieri. Dobbiamo assomigliare di più a vere e proprie scuole di formazione e non solo. Il Settore Giovanile non è più il serbatoio della squadra Senior, ma è la società stessa su cui si sostiene, la Senior diventa una conseguenza e non più l'oggetto principale.
Siamo ad una svolta e alcune società devono seguire i progressi che si stanno facendo, non rimanere indietro e fossilizzarsi al passato.

Che tipo di risposte hai avuto da parte dei team?

I Team stanno rispondendo bene. Si stanno allineando piano piano. Stiamo crescendo. Ma la crisi economica si fa sentire. La formula 7vs7 in U16 e la sua semplicità di gioco con l'annualità flottante è stata una decisione vincente. Permette a molte squadre di poter mettere in campo una squadra con un roster di 15 atleti e poter iniziare a competere a livello nazionale. Cominciamo ad avere società con due o tre rappresentative giovanili, fino a 5 anni fa era impensabile. Grazie al lavoro fatto dalla FIDAF in ambito MIUR e IUSM , siamo al pari delle altre Federazioni. Cominciamo a ritagliarci il nostro spazio. I Team cominciano a muoversi meglio e ad avere localmente più spazio. Ma ovviamente il più grande merito è appunto delle squadre, che grazie a molti dirigenti illuminati e facendo un grandissimo sforzo con tanta voglia e spirito ecco dove hanno fatto arrivare il settore giovanile FIDAF. A loro dico grazie!

Perché un genitore dovrebbe spingere il proprio figlio a giocare a football americano?

Perché il football americano contiene valori di fratellanza e correttezza che ultimamente in altri sport più blasonati si sono persi. Il football americano è anche sport che ti può educare alla vita. A non mollare mai, a capire le sconfitte, le cause e a costruire le proprie vittorie. Il rispetto dell'avversario che non è un nemico da abbattere ma un compagno di sport che ha solo la maglia diversa e fa gli stessi sacrifici in egual misura. Ti disciplina nel quotidiano e a  prenderti cura ti te stesso. Se un genitore ha bisogno di far crescere il proprio figlio in un ambiente sano, il football americano potrebbe essere un valido alleato. In conclusione, voglio aggiungere un pensiero per il piccolo Tommaso Martinolich e per la sua famiglia. Domenica, e per sempre, sarai nei nostri cuori.


Luca Pelosi
Ufficio Stampa FIDAF
Per info: 3398597185 

Un Connubio geniale tra Arte e Editoria




COMUNICATO STAMPA


 

Un Romanzo di Giovanna Politi nel progetto d'Arte di Giorgetti



La nota scrittrice sta lavorando al primo Romanzo/Catalogo della storia dell'Arte


Sarà Giovanna Politi, nota scrittrice leccese nata a Roma, a scrivere il primo Romanzo/Catalogo della storia dell'Arte. Reduce dai successi di vendite con "Chi vola basso non può toccare il cielo" per nove mesi in classifica e da "Non è stato solo Vento" ultimo lavoro pubblicato a Novembre da Kimerik Edizioni, la Politi farà parte del mega progetto Point de Suture del pittore Alessandro Giorgetti

Un progetto di 15 opere grandi e 20 mini a capitoli associato a un vero e proprio Romanzo/Catalogo autobiografico.


Una novità assoluta in un connubio tra arte e scrittura mai azzardato prima. 

Il progetto destinato al mercato francese si espanderà a macchia d'olio anche nel mercato americano e asiatico. 


Point de Suture è stato presentato con un cortometraggio, girato e montato dall'astrattista, alla fiera Arte Padova 2015 in una vetrina di circa 25.000 visitatori. Con il lavoro a progetto, Alessandro Giorgetti, astrattista italiano, rimane uno dei maggiori protagonisti della scena artistica  contemporanea internazionale.





Crearsi una rendita passiva a PISA - Firenze

Come crearsi una rendita passiva con un business che sta crescendo a livello esponenziale e con un team altamente performante impegnando 5-10 ore a settimana.

Stai per scoprire uno strumento eccezionale per fare business, per aumentare i tuoi guadagni, per costruirti una rendita passiva illimitata che potrai trasferire ai tuoi eredi.

Un sistema di business che non ha risentito minimamente della crisi e che anzi ha continuato a crescere a ritmo sostenuto, grazie alla validità dell’idea e ad un supporto costante da parte della casa madre e dei vari partner che operano a livello internazionale.

Prima di spiegarti di cosa si tratta, voglio farti alcune domande:

ü  Se solo potessi smettere di correre la cosiddetta 'corsa del criceto', stretto in un lavoro che ti blocca la vita dalle 8.00 alle 18.00 e raggiungere la tua libertà finanziaria, cosa faresti?

ü  Se solo potessi avviare la tua impresa senza essere da solo e senza rischiare i soldi, ci proveresti?

ü  Se solo potessi avere un coach e un mentore che ti supporta e ti affianca nel tuo business, fornendoti tutta la formazione di qualità di cui hai bisogno per riuscire, accetteresti di metterti in gioco?

Probabilmente ti sei accorto anche tu che l'economia è cambiata, che quello che funzionava una volta non funziona più e che il consiglio che ci davano i nostri genitori, studia e trova un buon posto di lavoro, oggi non è più valido.

Forse sei tra quelli che sperano che l'economia migliori, che i consumi riprendano, che le banche ricomincino a finanziare aziende e privati, che si possa ricominciare a sperare nel "posto fisso". Beh, mi dispiace deluderti. Quei tempi non torneranno mai più. L'economia è ciclica, ha alti e bassi, le crisi arrivano e dopo un po' si superano, le banche torneranno a finanziare, ma le cose non torneranno mai più come prima. Non fare l'errore che fanno in molti e cioè pensare che prima o dopo tutto ritornerà 'com'era' perché il cambiamento, che ti piaccia o no, è irreversibile. Ci sarà sicuramente un nuovo punto di equilibrio, ma nulla sarà più come prima.

Detto questo, però, hai la possibilità di accettare il cambiamento e di vivere una grande opportunità: quella di diventare artefice del tuo futuro finanziario.

Come dice Robert Kiyosaki, autore del bestseller internazionale Padre Ricco, Padre Povero: “Assumi la responsabilità delle tue finanze... o abituati a ricevere ordini per il resto della vita. O sei un padrone del denaro o ne sei schiavo. E' una tua scelta”.

E per assumerti la responsabilità delle tue finanze hai bisogno di un business personale.

Sicuramente adesso ti starai chiedendo:

- “Ma come faccio a fare business, se non ho capitali?”

- “Come potrei realizzare un business di successo, se non ho esperienza e non posso nemmeno lasciare il mio lavoro?”

- “Come posso guadagnare di più, senza rischiare ciò che ho?”

Ecco questo business è la risposta più immediata e più concreta a tutte queste domande. Riuscire a fare business in un momento che molti economisti indicano come il migliore per partire con un’attività in proprio, ma senza rischiare i capitali.

E la cosa più bella è che chi inizia adesso si trova nella fase di accelerazione del business, quella nella quale se ti impegni in modo intelligente puoi crescere velocemente e guadagnare molto.

Ma non è solo questo.

Tu avrai la possibilità di frequentare una vera e propria scuola di business, fatta da imprenditori che, prima di dedicarsi a questa attività, hanno costruito le loro aziende in modo tradizionale, quindi con elevati investimenti, uffici, magazzini, rete commerciale,...ecc. Ebbene, questi imprenditori stanno mettendo tutte le loro conoscenze e competenze a disposizione di chi si dedica con impegno a questo business, perché il nostro è il team N.1 in Italia!!

Che cosa devi fare per entrare in questo business e crearti la tua rendita passiva illimitata? Devi solo

PARTECIPARE GRATUITAMENTE ALLA NOSTRA “BUSINESS INFO

Un evento, totalmente gratuito, che si terrà a

PISA il 15 gennaio 2015 alle ore 20,00

E giudicare con la tua testa questa opportunità!!

Al termine della presentazione (ore 22,30 circa) potrai fermarti a cena con noi e approfondire l’argomento, fare domande, chiarire tutti i dubbi.

Poiché sappiamo che il tuo tempo è una risorsa molto importante, ti daremo un vantaggio immediato: una carta sconti GRATUITA che potrai utilizzare presso tutti gli esercizi convenzionati, sia in Italia che all’estero e addirittura anche online.

In media, le persone che utilizzano sistematicamente la carta sconti, ottengono un risparmio di 1.400 euro all’anno (praticamente una tredicesima!!)

Ricorda:

PISA, 15 gennaio 2015, ore 20,00

 

Potrebbe essere l’occasione della tua vita, quella che passa una volta soltanto, perciò non perderla, partecipa GRATIS e giudica con la tua testa!

Per partecipare, inviaci via email all’indirizzo farebusinessitalia@gmail.com

Nome, Cognome, email, e tel. Cellulare

Ti riserveremo GRATIS il posto per questo evento gratuito in cui ti mostreremo il sistema per crearsi una rendita passiva illimitata.

* Sei interessato ad altre zone o ad un’altra data? Contattaci via email, teniamo presentazioni tutti i mesi.

 

Per avere maggiori informazioni:

farebusinessitalia@gmail.com

www.farebusinessitalia.com

 

 

Opportunità di business a Pisa - Firenze

Cerchi una opportunità di business in zona Pisa –Firenze o comunque in Toscana?

Stai per scoprire un sistema di business che non ha risentito minimamente della crisi e che anzi ha continuato a crescere a ritmo sostenuto, grazie alla validità dell’idea e ad un supporto costante da parte della casa madre e dei vari partner che operano a livello internazionale

Vorrei che tu riflettessi seriamente sulle seguenti domande:

ü  Se solo potessi avviare la tua impresa senza essere da solo e senza rischiare i soldi, ci proveresti?

ü  Se solo potessi smettere di correre la cosiddetta 'corsa del criceto', e crearti una rendita passiva illimitata, senza lasciare il tuo lavoro, lo faresti?

ü  Se solo potessi avere un coach e un mentore che ti supporta e ti affianca nel tuo business, fornendoti tutta la formazione di qualità di cui hai bisogno per riuscire, accetteresti di metterti in gioco?

Se hai risposto sì ad almeno una di queste domande allora hai per le mani la più grossa opportunità della tua vita. … Lo so, la parola ‘opportunità’ è usata e strausata da molti, però come dice Robert Kiyosaki (autore di Padre Ricco, Padre Povero e numerosi altri bestseller), le grandi opportunità non vengono viste con gli occhi, ma con la mente.

Perciò tutto quello che devi fare è valutare la proposta con mente aperta.

Se sei una persona motivata che vuole impegnarsi seriamente a costruire un business con elevate potenzialità di guadagno e altamente meritocratico (non conta arrivare prima di altri, conta lavorare seriamente e in modo più intelligente degli altri), allora

PARTECIPA GRATUITAMENTE ALLA NOSTRA “BUSINESS INFO

Un evento, totalmente gratuito, che si terrà a

PISA il 15 gennaio 2015 alle ore 20,00

Al termine della presentazione (ore 22,30 circa) potrai fermarti a cena con noi e approfondire l’argomento, fare domande, chiarire tutti i dubbi.

Poiché sappiamo che il tuo tempo è una risorsa molto importante, ti daremo un vantaggio immediato: una carta sconti GRATUITA che potrai utilizzare presso tutti gli esercizi convenzionati, sia in Italia che all’estero e addirittura anche online.

In media, le persone che utilizzano sistematicamente la carta sconti, ottengono un risparmio di 1.400 euro all’anno (praticamente una tredicesima!!)

Ricorda:

PISA, 15 gennaio 2015, ore 20,00

 

Potrebbe essere l’occasione della tua vita, quella che passa una volta soltanto, perciò non perderla, partecipa GRATIS e giudica con la tua testa!

Per partecipare all’evento inviaci via email all’indirizzo farebusinessitalia@gmail.com

Nome, Cognome, email, e tel. Cellulare

Ti riserveremo GRATIS il posto per questo evento nel quale ti illustreremo un’opportunità di business vincente.

* Sei interessato ad altre zone o ad un’altra data? Contattaci via email, teniamo presentazioni tutti i mesi.

Per avere maggiori informazioni:

farebusinessitalia@gmail.com

www.farebusinessitalia.com

 

 

 

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota